Relax in Tribunale

17:44

Può sembrare pazzesco ma il Tribunale mi rilassa.

Lì mi sento a casa.

Tra un'udienza e l'altra c'è il tempo di chiacchierare con i colleghi.

Principalmente si spettegola dei giudici e delle assurde sentenze di alcuni di loro (soprattutto dei Giudici di Pace, purtroppo noti per la conoscenza molto approssimativa del diritto).
Se si è  lontani da orecchie ed occhi indiscreti si spettegola anche di qualche collega (soprattutto della collega super fashion caduta nei corridoi del Tribunale a causa del suo "tacco12" e della gonna un po' troppo attillata).

E poi si parla un po' del più e del meno, di tutto e di niente, dei mariti, dei figli, dell'ultimo viaggio fatto e dell'ultima causa vinta.

Una frase che mi viene spesso rivolta da chi magari non vedo da un po' di tempo è sempre "eh, MA ti trovo bene".

Io rispondo gentilmente con un "grazie" anche se vorrei chiedere "perché anteponi quel caz... di "MA" prima del resto della frase? Come pensavi di trovarmi? ".

Per non parlare poi di quelli che mi dicono "ti trovo in forma"...e non capisco mai se si tratta di un complimento o se è un modo gentile per dirmi che sono ingrassata.

Ma, nonostante ciò, il Tribunale resta sempre per me un luogo magico in cui incontri vecchi amici e ti confronti con alcuni colleghi di alto spessore.

Alla fine è così: in udienza ci scanniamo perché ciascuno di noi deve difendere al meglio i propri clienti ma poi ci si beve un caffè in compagnia e la discussione giuridica di qualche minuto prima finisce nel dimenticatoio.


You Might Also Like

0 commenti

Che cosa ne pensi?
Il tuo commento è sempre gradito

Si è verificato un errore nel gadget