La mia prima esperienza in uno studio legale

10:26

Mi sono laureata in giurisprudenza nel lontano 2003, immediatamente dopo ho iniziato la pratica forense (una sorta di tirocinio obbligatoriamente previsto per chi vuole diventare avvocato) presso un piccolo studio legale.
Il titolare era un avvocato sessantenne, di statura bassa, con pochi capelli e la pancetta che sbordava dai pantaloni.
Dalla sua bocca fuoriscivano costantemente, durante qualsiasi orario della giornata, degli odori molto sgradevoli.
L'alitosi di cui soffriva era talmente pesante da impedirmi di trascorrere troppo tempo nelle sue vicinanze. Per tutelare il mio stato di salute, limitavo pertanto la condivisione dei locali allo stretto indispensabile.
Tutto sommato era una brava persona ma mi metteva molta tristezza. 
Era sposato ma non andava d'accordo nè con la moglie, nè con i figli.
Tra i libri di testo giuridici nascondeva una copia del libro "Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire" di Melissa P.
Più volte l'avevo visto guardare in adorazione il sedere impertinente della mia collega e raccontava fiero di averla più volte sessualmente posseduta in sogno.
Lei pareva felice di ascoltare questi racconti, emetteva un gridolino "oh, ma avvocato...ma cosa sta dicendo" ma si vedeva chiaramente che traeva gratificazione dall'essere la protagonista indiscussa delle sue fantasie sessuali. 
Lei trascorreva quindi le giornate ad ascoltare i racconti erotici dell'avvocato mentre, in assenza di quest'ultimo, si dedicava alle sue amiche parlando con loro al telefono. Di lavorare, per carità, non ne voleva proprio sapere.
Toglieva le scarpe, appoggiava i piedi sulla scrivania ed alzava la cornetta del telefono. Era perfettamente in grado di discorrere per oltre un'ora con ciascuna delle sue amiche.
Nel frattempo, i miei polmoni erano costretti ad inalare il fumo delle sigarette che si accendeva una dietro l'altra.
Gli argomenti preferiti? Naturalmente scarpe, vestiti e uomini ... ma quello che mi sconvolgeva di più è che poteva commentare per ore intere e con una notevole dovizia di particolari la puntata precedente del programma "Uomini e Donne" di Maria De Filippi.
Che fine abbia fatto questa ragazza non saprei...dicono che sia riuscita a diventare avvocato ma non abbia mai davvero esercitato la professione e che ora si sia anche cancellata dall'Albo.
Chissà come mai...

You Might Also Like

1 commenti

  1. Beh, chissà a quest'ora su quale scrivania saranno appoggiati, i suoi piedi...

    RispondiElimina

Che cosa ne pensi?
Il tuo commento è sempre gradito

Si è verificato un errore nel gadget